top of page
  • redazione

Bmw Motorrad presenta il prototipo M 1000 XR da 200 cavalli



MONACO DI BAVIERA (GERMANIA) (ITALPRESS) – “Con il prototipo M 1000 XR forniamo una prima anticipazione del terzo modello M di Bmw Motorrad nell’anno del nostro anniversario. Abbiamo sviluppato la M 1000 XR, in breve M XR, sulla base delle attuali S 1000 XR, S 1000 RR e M 1000 RR, come una moto sportiva per lunghe distanze con elevate capacità a lungo raggio e una dinamica di guida supersportiva sia per la strada che per la pista”. Lo ha dicgiarato Dominik Blass, Product Manager. La M 1000 XR è la moto sportiva per le lunghe distanze soddisfa le esigenze più elevate per la guida sulle strade extra urbane, per i viaggi a lungo raggio e sulle piste da corsa. La lettera M è sinonimo in tutto il mondo di successo nelle corse e di fascino dei modelli Bmw ad alte prestazioni e si rivolge a clienti con esigenze particolarmente elevate di prestazioni, esclusività e individualità. Già nel 2019 ha introdotto la strategia di successo della gamma automobilistica M per le moto e da allora offre equipaggiamenti speciali M e M Performance Parts. Con la M RR e la M R, negli anni successivi sono stati introdotti i primi due modelli M indipendenti di Bmw Motorrad. Il prototipo M 1000 XR, nell’anno dell’anniversario dei “100 anni di BMW Motorrad” – e della tradizione quasi centenaria nel motorsport – è un’anteprima di una moto supersportiva che padroneggia tutte le situazioni: strada extraurbana, guida a lungo raggio e uso in pista con uguale efficienza, a un livello di prestazioni finora sconosciuto in questo segmento. Il motore a 4 cilindri della supersportiva S 1000 RR con tecnologia Bmw ShiftCam per la variazione della fasatura e dell’alzata delle valvole è utilizzato come base. Con una potenza del motore di oltre 147 kW (200 CV), un peso a vuoto DIN di soli 223 kg a pieno carico e una tecnologia del telaio, un’aerodinamica e un’elettronica di controllo progettate per l’uso ad alte prestazioni su strada, per le lunghe percorrenze e per i giri veloci in pista, la nuova M XR apre dimensioni di guida dinamiche come moto crossover nel segmento delle moto sportive finora riservato alle superbike purosangue. Un’ulteriore riduzione del peso e un ulteriore aumento della dinamica di guida sono disponibili con il pacchetto M Competition, come optional ex works. La velocità massima del prototipo M XR è di circa 280 km/h. Oltre alla tecnologia della trazione e delle sospensioni, anche l’aerodinamica è stata una voce fondamentale nelle specifiche per lo sviluppo del prototipo M XR. La nuova M XR è stata dotata di winglet con l’obiettivo di garantire una stabilità di guida superiore anche alle alte velocità, nonostante la maggiore potenza del motore. In particolare, servono a ottenere il miglior contatto possibile tra le ruote e la superficie stradale, soprattutto in fase di accelerazione e ad alte velocità. Il carico supplementare sulla ruota anteriore contrasta la tendenza all’impennata in accelerazione, il sistema di controllo della trazione deve effettuare meno regolazioni, una maggiore potenza motrice viene convertita in accelerazione e il pilota ottiene un miglior tempo di velocità. La posizione di guida specificamente orientata verso la ruota anteriore garantisce un migliore controllo della moto, soprattutto in modalità supersport. Come la M RR e la M R, anche la nuova M XR è dotata di freni M. E’ il frutto diretto delle esperienze con i freni delle moto da corsa di Bmw Motorrad del campionato mondiale Superbike. Le pinze dei freni M sono caratterizzate da un rivestimento anodizzato blu in combinazione con il famoso logo M.

Comments


bottom of page