top of page
  • redazione

Toyota e Special Olympics insieme durante il Giro d’Italia




ROMA (ITALPRESS) – Il 17 maggio Toyota, Mobility Partner e Official Car del Giro d’Italia, e Special Olympics, sono saliti in sella per promuovere una società inclusiva. Lo hanno fatto in occasione della 13° tappa del Giro-E che ha portato i ciclisti da Argenta a Cento, in provincia di Ferrara. Il Giro-E è una e-bike experience unica nel suo genere a livello mondiale, che si svolge nei giorni e sulle strade del Giro d’Italia. In questa occasione, tre atleti dell’associazione Special Olympics affetti da disabilità intellettive, hanno pedalato per la squadra di Toyota insieme al capitano del team, Elisa Scarlatta, per una giornata memorabile. Circa 60 sono stati i chilometri percorsi dagli atleti che hanno vissuto una esperienza straordinaria allo scopo di promuovere l’inclusione sociale attraverso lo sport.
“E’ stato un vero onore per noi accogliere gli atleti di Special Olympics nella nostra squadra al Giro-E. Siamo profondamente convinti che lo sport sia uno strumento potente per promuovere una società migliore ed inclusiva in cui le differenze rappresentino un vero arricchimento sociale e culturale. Una società in cui tutte le persone possano essere apprezzate per le proprie capacità e nella quale ciascuno si senta libero di potersi esprimere superando i propri limiti e realizzando ciò che solo in apparenza può sembrare impossibile” ha dichiarato Alberto Santilli, Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia. Ed è proprio questo l’obiettivo dell’iniziativa globale ‘Start Your Impossiblè, lanciata dal Gruppo nel 2017, e delle partnerships avviate con i Comitati Olimpici e Paralimpici e con Special Olympics a livello nazionale e internazionale. Special Olympics è un movimento globale per l’inclusione di bambini e adulti con disabilità intellettive, dando loro opportunità di allenamento in una varietà di discipline olimpiche. Il suo scopo è creare comunità inclusive in tutto il mondo, in cui ogni persona sia accettata e accolta, a prescindere dalla sua abilità. Con quasi quattro milioni di atleti e partner Unified in 200 Paesi, l’organizzazione è supportata da oltre un milione di allenatori e volontari. In Europa-Eurasia copre 58 Paesi e conta sulla partecipazione di oltre 400.000 atleti. “Essere al fianco di Special Olympics significa credere in una società nella quale ognuno deve avere il diritto di potersi esprimere senza pregiudizi o preclusioni e ricevere le giuste opportunità per crescere e migliorarsi ogni giorno. Per questo ringrazio, a nome di tutti gli Atleti, Toyota per il supporto come Azienda Partner, ma soprattutto per l’impegno, la fiducia e la passione che ha nel condividere e sostenere quei valori che contribuiscono a cambiare la cultura del nostro paese, al fine di renderlo un luogo più accogliente ed inclusivo” ha detto Alessandra Palazzotti, Direttore Nazionale Special Olympics Italia. La partnership con Toyota e Special Olympics è stata avviata a livello europeo nel 2020 nell’ambito di un accordo globale. La collaborazione affonda le sue radici in una comunanza di valori e nella gioia dello sport e punta a promuovere la diversità e l’inclusione. Valori da sempre parte del DNA di Toyota, che vede nello sport e nel modo in cui gli atleti cercano di superare i propri limiti una fonte di ispirazione inesauribile verso il proprio obiettivo di creare una società migliore. Oltre a essere presente con un proprio team, Toyota partecipa al Giro-E accompagnando gli atleti durante le tappe con il modello Full Electric Toyota bZ4X, il primo modello della nuova gamma di veicoli elettrici a batteria di Toyota che porta per la prima volta sul mercato dei BEV capacità fuoristradistiche da vero SUV.

Comments


bottom of page