top of page
  • redazione

ROSSO ISTANBUL

di Simona Balduzzi



Titolo originale: Istanbul Kirmizisi

Paese: Turchia, Italia

Anno: 2017

Genere: drammatico

Durata: 115 min

Regia: Ferzan Ozpetek

Soggetto: Ferzan Oapetek

Sceneggiatura: Gianni Romoli, Ferzan Ozpetek, Valia Santella

Produzione: R&C Produzioni, Faros Film, BMK , Imaj in collaborazione con Rai Cinema

Distribuzione in italiano: 01 Distribution

Fotografia: Gian Filippo Corticelli

Montaggio: Patrizio Marone

Musiche: Giuliano Taviani, Carmelo Travia

Scenografia: Deniz Gokturk

Cast: Halit Ergenc, Nejat Isler, Mehmet Gunsur, Cigdem Selisik Onat, Tuba Buyukustun, Serra Yilmaz, Zerrin Tekindor, Ayten Gokcer, Ipek Bilgin


Diretto da Ozpetek , “Rosso Istanbul”(2017) e’ tratto dal suo stesso romanzo: una storia che gira intorno a personaggi nel clima storico-politico di una Istanbul contemporanea. Rosso come il colore del sangue riferito agli sconvolgimenti politici ; anche come quello dell’amore. Ma non e’ tutto qui : solo accennato il contesto storico-politico , Istanbul è una sequenza di richiami verbali . Non c’e’ mai l’esplorazione completa di personaggi , contesto e dialoghi: il risultato e’ fin troppo frammentario . Come in “ Le fate ignoranti”(2001 ), “Saturno contro” (2007) e “Mine vaganti”( 2010), Ozpetek ripropone le tematiche dell’ omosessualità, della droga, della morte, e dell’amore complicato. Le inquadrature riportano movimenti di camera pedanti e le battute ricalcano il tratto dell’assurdo. Difficile schivare i cliche’.


Trama

Orhan Sahin (Halit Ergenc) e’ uno scrittore che da poco fa fatto ritorno alla sua Istanbul -citta’ natale - dopo un’assenza di vent’anni , in seguito ad un tragico avvenimento. Chiamato come editor dal regista Denize Soysal ( Nejat Isler) , Orhan si impegna nella scrittura di un nuovo romanzo.


Comments


bottom of page