top of page
  • redazione

Piazza Affari chiude in rialzo, la migliore in Europa




Chiusura in rialzo a Piazza Affari al termine di una seduta che si era già aperta con il segno più. L’indice Ftse Mib segna un -0,92% a quota 27.347 punti, mentre l’Ftse Italia All Share guadagna lo 0,85% a quota 29.482 punti. In ribasso invece l’Ftse Star, che lascia sul terreno lo 0,13% a quota 48.043 punti. Gli investitori restano sempre concentrati sulla questione del tetto del debito Usa e le vicende legate alle banche regionali. Sul fronte macro, intanto, nel Regno Unito il Pil del primo trimestre è in lieve rialzo, mentre negli Usa è scesa oltre le attese la fiducia dei consumatori a maggio. Milano, la migliore i Europa, è stata sostenuta dalle trimestrali di banche ed energia. Per quanto riguarda le materie prime, in calo il prezzo del gas naturale a 32,6 euro Mwh, così come il prezzo del petrolio con il Wti a 70,4 dollari al barile e il Brent a 74,4 dollari. Lo spread fra Btp e Bund tedeschi chiude a quota 190 punti, con il rendimento del decennale al 4,16%. Tra i titoli del listino milanese, fra i maggiori rialzi Leonardo che guadagna 4 punti, ma in rialzo anche Pirelli & C., Cnh Industrial e Bper Banca. Per quanto riguarda invece i segni meno, fra i maggiori ribassi Iveco Group che cede 2 punti, ma in calo anche Inwit, Erg e Moncler. Anche le altre principali Borse europee archiviano gli scambi con segni positivi, nonostante l’apertura in rosso a Wall Street, che non sembra beneficiare del rasserenamento sulle banche regionali, dopo che da più parti è arrivata la richiesta di unp stop sullo short selling per i titoli bancari. Tra le piazze finanziarie, Parigi chiude a +0,38%, Francoforte guadagna lo 0,50% mentre Londra avanza dello 0,31%.

Kommentare


bottom of page