top of page
  • redazione

Nel 2023 raddoppiati gli sbarchi di migranti




ROMA (ITALPRESS) – Aumentano gli sbarchi nel 2023. E’ quanto emerge dai dati diffusi nel giorno di Ferragosto dal Viminale relativi ai primi sette mesi dell’anno. Gli sbarchi sono stati 89.158, rispetto ai 41.435 del periodo 2022, con un incremento del 115,18%. Il principale Paese di partenza verso l’Italia è la Tunisia. Aumentano i soccorsi a seguito di eventi Sar, coinvolti nel 72,64% dei casi. Il numero delle persone denunciate è di 434.940, mentre nel 2022 sono state 490.097. Lieve calo dei femminicidi: sono stati 71 (-7,79%), di cui 57 in ambito familiare.

I delitti complessivamente fanno registrare -5,46%. È stabile il numero degli omicidi, mentre quelli attribuibili alla criminalità organizzata sono in calo del 36,36%. In aumento le rapine (15.486) e i furti (554.975). In calo del 28% le intimidazioni contro i giornalisti, mentre quelle contro gli amministratori locali sono passate da 300 a 258. Le operazioni antidroga sono aumentate del 6,18% e quelle contro la criminalità organizzata sono in crescita del 35%.

Nelle operazioni ad alto impatto nelle maggiori aree metropolitane del Paese sono stati impegnati circa 40mila operatori delle forze di polizia e di altri enti: 308.763 le persone controllate, 696 arrestati, 3.882 denunciati e a 793 stranieri espulsi. I vigili del fuoco hanno effettuato 589.535 interventi. Aumentano le operazioni per dissesti statici (+47%) e per danni idrici o idrogeologici (+57%) mentre sono in calo gli incendi di vegetazione (-52%) e i casi di incendi ed esplosioni (-52%). In aumento le manifestazioni calcistiche con disordini. Quelle con la presenza delle forze di polizia sono state 1.349 (1.266 nello stesso periodo dell’anno scorso), di cui 115 con disordini e 63 feriti (73 e 38 nello stesso periodo dell’anno scorso).

“Un ringraziamento a chi con professionalità trascorre questa festività al lavoro per garantire la protezione e la sicurezza dei cittadini”, ha detto in un videomessaggio il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi. Si tratta di “un’occasione per rinnovare al personale delle amministrazioni, del sistema di sicurezza nazionale, del soccorso pubblico e delle prefetture la mia più profonda gratitudine”.

Comments


bottom of page