top of page
  • redazione

Morto Paolo Pininfarina, presidente dell’omonimo Gruppo




TORINO (ITALPRESS) – E’ morto Paolo Pininfarina, nipote del fondatore della celeberrima società torinese. Aveva 65 anni e prese il timone della società dopo la drammatica scomparsa del fratello Andrea, morto in un incidente di moto il 7 agosto 2008. Paolo era figlio del senatore a vita Sergio Pininfarina, anche presidente di Confindustria, e nipote del fondatore della Pininfarina, Battista “Pinin” Farina. Paolo Pininfarina, presidente del Gruppo Pininfarina, lascia la moglie Ilaria e i suoi cinque figli Greta, Giovanni, Iole, Tullio e Giulia, oltre alla madre Giorgia Gianolio. ll Consiglio d’Amministrazione e l’Azienda, si legge in una nota, “si raccolgono intorno alla Famiglia nel ricordo della figura professionale e umana di Paolo che per tanti anni ha profuso impegno, entusiasmo ed energia nell’Azienda fondata da suo nonno Battista nel 1930, presiedendola dal 2008 ad oggi. Grazie alla sua dedizione, l’Azienda ha avviato negli anni Ottanta un processo di diversificazione che l’ha portata, nel tempo, a diventare un punto di riferimento in ambiti di design diversi dall’automotive. La sua lunga e illustre carriera nel design e nell’industria automobilistica lo ha reso una figura di riferimento nel panorama italiano e internazionale, dimostrando il suo impegno costante verso l’innovazione e l’eccellenza”. Nato a Torino il 28 agosto 1958 e laureatosi in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Torino, nel 1982 inizia il suo percorso professionale presso la Pininfarina. Il suo impegno lo porta a vivere un’esperienza formativa negli Stati Uniti nel 1983, dove svolge uno stage presso la Cadillac a Detroit, seguito da un periodo in Giappone presso la Honda. Nel 1987, Paolo Pininfarina assume la carica di Presidente e Amministratore Delegato della Pininfarina Extra, specializzata in design industriale. Tra i capolavori che tiene personalmente a battesimo, due gli sono particolarmente cari: la concept car Sergio, barchetta biposto su base meccanica Ferrari, che Paolo decide di realizzare nel 2013 in memoria del padre, il Senatore a vita Sergio Pininfarina, e la Automobili Pininfarina Battista, hypercar elettrica che porta il nome di suo nonno e che egli stesso svela al Salone dell’Auto di Ginevra 2019. Oltre al suo ruolo in Pininfarina, Paolo ha contribuito al mondo dell’automobilismo storico come Vice Presidente dell’ASI (Automotoclub Storico Italiano) dal 2019 al 2023.

Comments


bottom of page