top of page
  • redazione

LOCKED IN

di Simona Balduzzi



Titolo originale: Locked in

Anno: 2023

Genere: thriller, giallo

Durata: 118 min

Regia: Nour Wazzi

Soggetto: Rowan Joffe

Sceneggiatura: Rowan Joffe

Produzione: Garamount , Neon Films, Panacea Productions

Distribuzione in italiano: Netflix

Fotografia: Remi Adefarasin

Montaggio: Fiona DeSouza

Musiche:Alex Baranowski

Scenografia: Amanda McArthur

Costumi: Holly Smart

Cast:Famke Janssen, Rose Williams, Alex Hassell, Finn Cole, Anna Friel, Georgia Thorne, Toby Ryan, Karl Collins, Lesley Molony, Cameron Robertson



In “Locked in”(2023) , Nour Wazzi e’ al suo debutto in un intreccio contorto che si ingarbuglia man mano che trascorrono i minuti: un plot che mostra enormi lacune narrative  e soluzioni rocambolesche. Il lungo flashback e’ anemico , in costante attesa che qualcosa accada : per dare un senso e per orientare lo spettatore tra frustrazioni e passioni perverse in una lotta di classe. I  toni mystery e inquieti di questo thriller sono confusi  e poco appaganti. Joffé aveva già lavorato come sceneggiatore in passato ad uno svolgimento  simile - “Before I go sleep” (2014) - ma oltre a poter contare in quel film su un cast d'eccezione aveva giocato alcune scelte vincenti nell'estensione del racconto. Qui il lavoro risulta forzato ed improbabile .Il caso gestisce come puo’ le lacune dei relativi personaggi. “Locked In” è un film che dice poco ( e dice troppo) , senza lasciare il tempo ai suoi protagonisti si maturare ed assaporare il tutto ( o il niente).


Trama

Un'infermiera cerca di scoprire cosa si nasconde dietro le ferite di una donna in coma scoprendo un grande complotto fatto di rivalità e tradimenti.

Opmerkingen


bottom of page