top of page
  • redazione

Idrogeno verde, da Meloni e Scholz sostegno a progetto South2 Corridor



ROMA (ITALPRESS) – “Sul fronte energetico siamo d’accordo sulla necessità di assicurare la diversificazione delle fonti di approvvigionamento. Su questo fronte lavoriamo insieme con la Commissione Ue a sostegno del progetto SoutH2 Corridor, che collegherà in futuro i flussi di idrogeno verde di Italia, Germania e Austria”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, nelle dichiarazioni alla stampa insieme al cancelliere tedesco Olaf Scholz dopo l’incontro a Palazzo Chigi. Il SoutH2-Corridor è una dorsale europea che attraverso una rete di 3.300 km sarà in grado di trasportare 4 milioni di tonnellate all’anno di idrogeno verde dal Nord Africa verso Italia, Austria e Germania. Il progetto vede la firma di 4 TSO europei e una joint venture: Snam, le austriache TAG e GCA (delle quali Snam è azionista), la tedesca Bayernets e Sea Corridor, una joint venture tra Snam ed Eni cui fanno capo i gasdotti che, partendo dall’Algeria e transitando attraverso la Tunisia, passano sotto il canale di Sicilia, fino al punto di ingresso italiano di Mazara del Vallo. Il SoutH2-Corridor, presentato a Monaco di Baviera lo scorso 23 marzo, contribuirà al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione europei trasportando idrogeno rinnovabile attraverso buona parte delle infrastrutture esistenti (reimpiegando, in particolare, il 70% della rete già in esercizio). La dorsale, inoltre, rappresenta uno dei tre corridoi per il trasporto del gas verde identificati dal piano REPowerEU, che prevede l’importazione di 10 milioni di tonnellate di idrogeno verde a partire dal 2030. In aggiunta, oltre a poter soddisfare la domanda italiana di idrogeno rinnovabile, il SoutH2 Corridor ha l’obiettivo di rifornire importanti mercati europei come quello austriaco e della Germania meridionale, lontani da zone costiere o che non dispongono di risorse energetiche rinnovabili a costi competitivi per la transizione; Lo scorso dicembre, il SoutH2 Corridor è stato candidato come Progetto di Comune Interesse (PCI) in Europa. Il PCI è il meccanismo attraverso il quale l’Europa pianifica le infrastrutture energetiche di interesse strategico transnazionale. Il SoutH2 Corridor è composto dai seguenti singoli progetti PCI candidati: “Italian H2 Backbone” promosso da Snam Rete Gas; “H2 Readiness of the TAG pipeline system” promosso da Trans Austria Gasleitung GmbH; “H2 Backbone WAG + Penta-West” promosso da Gas Connect Austria GmbH e “HyPipe Bavaria – The Hydrogen Hub” promosso da bayernets GmbH. Alla realizzazione dell’opera concorrono, complessivamente, più di 20 imprese, impegnate da un lato a sviluppare la filiera di produzione dell’idrogeno rinnovabile in Nord Africa, dall’altro ad aggregare la domanda futura di idrogeno per i consumatori industriali.



Comentarios


bottom of page