top of page
  • redazione

Fondimpresa, promuovere la formazione e l’innovazione




ROMA (ITALPRESS) – Il futuro del lavoro protagonista della due giorni promossa da Fondimpresa, il primo Fondo Interprofessionale italiano con oltre 211.000 aziende aderenti e quasi 5 milioni di lavoratori, “Il lavoro al centro. Innovare la formazione continua, innovare il paese nell’anno europeo delle competenze”. Annamaria Trovò, vicepresidente Fondimpresa, ha aperto l’evento: “il lavoro non è solo mezzo di sostentamento, ma anche fattore di integrazione sociale e forma fondamentale di espressione della persona. C’è chi prevede un futuro in cui l’automazione porterà precarietà e disoccupazione. Altri invece, come noi, ritengono che l’innovazione tecnologica possa produrre crescita e nuovo lavoro, com’è accaduto nella storia fino dalla Rivoluzione Industriale”. Trovò ha spiegato che “il futuro del lavoro non dipende soltanto dalla tecnologia, sarà condizionato da come sapremo affrontare l’innovazione in un contesto sociale e globale caratterizzato da cambiamenti e trend importanti a livello demografico sociale ed economico. Non sappiamo con certezza quali e quante professioni svaniranno da qui al prossimo futuro, ma quello che sappiamo con certezza è che tutti o quasi i lavori si trasformeranno e avranno bisogno di lavoratori con competenze aggiornate per potere essere svolti”. Fondimpresa con i suoi ospiti ha affrontato il tema lavoro legato alle principali trasformazioni produttive, ai cambiamenti professionali e alle sfide e le nuove opportunità che ne derivano. Il convegno ha lo scopo di stimolare il dibattito sul ruolo della formazione continua e l’innovazione nel campo del lavoro, nonchè di promuovere l’importanza delle competenze nel contesto dell’Anno Europeo delle Competenze. Nel messaggio inviato alla platea il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha sottolineato come “gli investimenti nella formazione rappresentano un importante catalizzatore di opportunità in mercati del lavoro in continua evoluzione”. Il presidente di Fondimpresa, Aurelio Regina, ha espresso “gratitudine per il sostegno del Presidente Mattarella” e ha ribadito l’impegno dell’organizzazione a lavorare insieme a istituzioni, imprese e lavoratori per promuovere la formazione e l’innovazione, migliorando così la competitività e la qualità del lavoro in Italia: “il messaggio del Presidente Mattarella arriva in un momento in cui l’Italia e l’Europa stanno affrontando sfide significative nel campo del lavoro, tra cui la crescente digitalizzazione, l’automazione e la necessità di nuove competenze per affrontare le sfide ambientali e sociali. L’investimento nella formazione continua e nella formazione professionale è cruciale per garantire che i lavoratori possano adattarsi e prosperare in questo scenario in rapida evoluzione”.

Comments


bottom of page