top of page
  • redazione

Europei U.21, Italia sconfitta 2-1 dalla Francia all’esordio




CLUJ (ROMANIA) (ITALPRESS) – La Francia resta in 10 nel finale ma batte 2-1 l’Italia all’esordio degli Europei under 21. Al 36′ Pellegri risponde alla rete iniziale di Kalimuendo, ma nel secondo tempo un errore di Udogie e il destro vincente di Barcola valgono i tre punti alla nazionale francese. La squadra di Ripoll, nonostante il rosso a Badè all’83’ e un gol fantasma subito nel recupero, aggancia nel girone D la Svizzera, reduce dalla vittoria sulla Norvegia. Alla Cluj Arena la nazionale di Nicolato parte bene e costruisce subito un’occasione su punizione con Tonali, al centro in queste ore di una trattativa avanzata tra Newcastle e Milan. Poi al 21′, il classe 2000 si incarica di un calcio d’angolo, Scalvini svetta di testa ma Chevalier interviene d’istinto e devia in corner. Due minuti dopo la Francia passa in vantaggio. L’altro milanista, Kalulu dalla destra effettua un cross basso, Kalimuendo anticipa Pirola e di tacco batte Carnesecchi. La risposta dell’Italia però non tarda ad arrivare. Al 36′ ancora Tonali realizza un traversone da calcio piazzato, Pellegri va di testa e non perdona Chevalier. Ad inizio ripresa scatta l’ora di Gnonto, che prende il posto di Cambiaghi. Al 50′ gli azzurrini protestano per un tocco col braccio di Kalulu nell’area francese, ma l’arbitro olandese Lindhout (senza l’ausilio del var) fa segno di continuare. Il direttore di gara al 62′ non vede nemmeno il fallo su Okoli che dà il via al nuovo vantaggio francese. L’azione prosegue con una ripartenza e un cambio gioco di Gouiri, Udogie in diagonale intercetta ma si fa soffiare palla da Barcola che col destro supera Carnesecchi. All’82’ l’Italia spreca una triplice occasione: Lukeba salva su Miretti, Chevalier fa lo stesso su Ricci e Cancellieri. Poco dopo l’attaccante laziale lancia a rete Gnonto, steso al limite dell’area da Badè, che viene espulso. Nella serie di occasioni mancate, si aggiunge anche un gol fantasma: Bellanova di testa colpisce il palo, poi Lukeba in qualche modo riesce ad allontanare. Gli azzurrini chiedono la rete, ma non c’è la goal line technology e l’arbitro e l’assistente negano il 2-2. Domenica l’Italia non potrà sbagliare contro la Svizzera.


Comments


bottom of page