top of page
  • direzione167

Inaugurato parlamento maltese, Vella “nuova energia per futuro Paese”


Il presidente di Malta, George Vella, rivolgendosi ai 79 parlamentari neoeletti durante la cerimonia ufficiale dell’inaugurazione della quattordicesima legislatura dall’indipendenza di Malta, ha affermato che “ogni inizio porta sempre aria fresca, entusiasmo, nuova energia e sogni per il futuro”. “Questo sarà lo spirito della leadership di questo paese in questa nuova legislatura” ha detto. Il discorso letto dal presidente ha fatto riferimento al successo avuto da Malta negli ultimi cinque anni in molte settori, da quello economico, sociale e civili, ma ha anche ricordato alla nazione maltese i momenti difficili che il Paese ha attraversato. Vella ha affermato che Malta è stata in grado di trasformare una sfida come la pandemia in un’opportunità e ha dichiarato che questo è il modo con cui “dobbiamo andare avanti”. Sulla guerra in Ucraina, Vella ha affermato che questa è un’altra sfida che la nazione maltese sta affrontando. Ha affermato che il Parlamento maltese deve inviare un segnale forte che ciò che avviene è inaccettabile, riprovevole e deve fermasi immediatamente perchè l’unico modo accettabile di risolvere i contenziosi è il dialogo. Il presidente ha parlato delle sfide locali legate principalmente alle pressioni economiche. Ha ricordato che l’anno scorso Malta ha creato più ricchezza di quella creata prima della pandemia, quando nel resto dell’Unione Europea la ricchezza nazionale è ancora al di sotto di quella del 2019. Sulla sfida dei prezzi di beni essenziali come l’energia, il cibo e i merci, il presidente di Malta ha affermato che il governo è costantemente impegnato in discussioni e azioni in corso per affrontare efficacemente l’impatto sul popolo maltese. Parlando di investimenti, Vella ha spiegato che la riduzione della tassa sulle imprese dovrebbe portare a uno spostamento verso operazioni più sostenibili, la creazione di posti di lavoro più produttivi e maggiori investimenti in ricerca e innovazione. Ha inoltre incoraggiato la necessità di facilitare l’accesso a prestiti bancari e ai finanziamenti. Ha anche affermato che Malta continuerà a rafforzare gli standard attuando le raccomandazioni concordate con il Gruppo di azione finanziaria. Nel suo intervento ha parlato anche della qualità della vita e dell’importanza di proteggere i mezzi di sussistenza materiali dei cittadini, soprattutto quelli a basso reddito. E’ stato chiaro sull’investimento ambientale di 700 milioni di euro e ha insistito sul fatto che l’investimento ambientale ha un ritorno economico perchè la realtà è che se non ci prendiamo cura dell’ambiente, l’economia del Paese non può continuare a prosperare. Le elezioni generali dello scorso marzo hanno consegnato i consueti 65 seggi, aumentati di altri due dopo che al Partito nazionalisra sono stati assegnati i seggi in più per ripristinare la proporzionalità tra i voti ottenuti e la rappresentanza parlamentare. Mentre altri 12 seggi – sei per parte – sono stati aggiunti dopo l’entrata in vigore del nuovo meccanismo delle quote di genere. Tra i parlamentari entranti, ci sono 36 nuovi parlamentari e un totale di 22 parlamentari donne. Intanto, il primo ministro maltese Robert Abela ha nominato per la terza volta Anglu Farrugia presidente della Camera. La nomina è stata appoggiata dal vice primo ministro Chris Fearne. Prima del voto, il leader dell’opposizione Bernard Grech ha confermato che l’opposizione voterà contro per la mancanza di consultazione da parte del governo sulla nomina e “la mancanza di imparzialità mostrata da Farrugia nella precedente legislature”. Il primo ministro maltese Abela ha criticato la mossa definendola “incredibile e surreale” e ha affermato che ciò dimostra che “nulla è cambiato nonostante il forte mandato elettorale al Partito Laburista”. La cerimonia ufficiale è stata preceduta da una Messa presieduta dall’arcivescovo di Malta Charles Scicluna. Monsignor Scicluna ha ricordato ai parlamentari che l’onestà, la giustizia, il dovere e la trasparenza sono i pilastri essenziali della società, ricordando il primo discorso pubblico di papa Francesco a Malta, pronunciato durante la visita apostolica lo scorso mese. (ITALPRESS).



3 visualizzazioni0 commenti
bottom of page