top of page
  • redazione

Boston non si ferma, si sblocca Detroit, male i Lakers




NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Boston saluta il 2023 con la sesta vittoria di fila: 134-101 a San Antonio con 25 punti di Tatum e 24 di Brown con i Celtics che si confermano la miglior squadra non solo della Eastern Conference ma dell’intera Lega, con un bilancio di 26 successi e 6 sconfitte. Agli Spurs non bastano 22 punti di Vassell e 21 di Wembanyama, per quella che è la settima sconfitta in otto gare. Alle spalle di Boston cadono Philadelphia e Miami: i Sixers, privi di Embiid, perdono contro Chicago 105-92 (24 punti per DeRozan e 15 punti e 23 rimbalzi per Drummond fra i Bulls) mentre gli Heat cedono 117-109 a Utah interrompendo una mini-striscia positiva che durava da 4 gare. I Jazz ringraziano Sexton (22 punti) ma anche Simone Fontecchio che, tornato in quintetto, lascia il segno: 12 punti (4/9 dal campo con 1/5 da tre e 3/6 ai liberi), 7 rimbalzi, due assist, due palle recuperate e una stoppata in 31 minuti. Restando in tema italiani, la schiena tiene ancora ai box Danilo Gallinari, con i suoi Washington Wizards battuti 130-126 dagli Hawks di uno scatenato Trae Young (40 punti e 13 assist). Ma la vera notizia del giorno è il ritorno alla vittoria di Detroit: 129-127 su Toronto con 30 punti e 12 assist di Cade Cunningham e fine della striscia negativa che durava da 28 partite, record condiviso con i Philadelphia 76ers a cavallo delle stagioni 2014-15 e 2015-16. Era dal 28 ottobre che i Pistons non riuscivano a vincere. Finale di 2023 amaro invece per i Lakers. Che nel giorno del 39esimo compleanno di LeBron James (26 punti) cedono 108-106 a Minnesota, trascinata da Edwards (31 punti) e praticamente imbattibile in casa (14 successi su 15 in stagione), mentre a San Silvestro si arrendono 129-109 a New Orleans, che vendica l’umiliante sconfitta di Las Vegas con 26 punti a testa di Williamson e Ingram, con LeBron che è ancora una volta fra i migliori dei suoi (34 punti) senza però evitare il settimo ko nelle ultime nove uscite. Nella classifica della Western Conference i Lakers vengono staccati da Phoenix (112-107 su Orlando con 31 punti di Durant e 25 di Beal) mentre OKC si conferma la miglior alternativa fin qui a Minnesota: 124-108 su Brooklyn con 24 punti di Gilgeous-Alexander e 18 punti, 10 rimbalzi e due stoppate di Holmgren per la quarta vittoria consecutiva. Dallas si gode il rientro di Luka Doncic e batte Golden State 132-122: 39 punti di cui 25 nel secondo tempo oltre a 10 assist e 8 rimbalzi per lo sloveno, fra i Warriors – in serie negativa da tre gare – 25 punti di Curry e 24 di Paul. La sesta tripla doppia stagionale di Sabonis (13 punti, 21 rimbalzi e 12 assist), assieme ai 27 punti di Monk, spinge infine Sacramento: 123-92 su Memphis.

留言


bottom of page