top of page
  • redazione

Anas e Carabinieri piantano “Albero di Falcone” nel Catanese




MISTERBIANCO (CATANIA) (ITALPRESS) – Presso la sede Anas di Misterbianco, nel Catanese, si è tenuto l’evento “Un Albero per il Futuro – l’Albero di Falcone”. Nel giardino antistante la sede Anas è stato piantato un albero duplicato dal Ficus che cresce nei pressi della casa di Palermo dove risiedeva il giudice Giovanni Falcone, assassinato dalla mafia nel 1992. Erano presenti il Vice Prefetto di Catania, Antonio Gullì, il Comandante del Reparto Carabinieri Biodiversità di Reggio Calabria, Giuseppe Micalizzi, l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Catania, Sergio Parisi, il Vice Sindaco del Comune di Misterbianco, Santo Tirendi, il Vice Dirigente Polstrada di Catania, Angela Cannarozzo, il Comandante Polstrada di Siracusa, Antonio Capodicasa, il Responsabile della Struttura Territoriale Anas, Raffaele Celia, il Responsabile Area Gestione Rete Catania, Nicola Dinnella. Grazie alla collaborazione fra Carabinieri, Fondazione Falcone, Comune e Soprintendenza di Palermo, infatti, alcune gemme del Ficus sono state duplicate nel moderno Centro Nazionale Carabinieri per la biodiversità forestale (CNBF), all’avanguardia in Europa nello studio e conservazione di specie forestali autoctone. Le nuove piante generate dal Ficus originario sono già state donate a centinaia di istituti scolastici di primo e secondo grado, nonché svariati enti pubblici.

Comments


bottom of page