top of page
  • redazione

Accoltellamento in un centro commerciale ad Assago. Un morto, tra i feriti un calciatore



ASSAGO (MILANO) (ITALPRESS) – Un uomo di 46 anni, dopo essersi impossessato di un coltello dagli espositori del supermercato Carrefour all’interno del “Milanofiori” di Assago, in provincia di Milano, ha accoltellato cinque persone. Una di queste, un dipendente 47enne boliviano di Carrefour, è deceduta poco dopo il ricovero. Tra i feriti, anche il difensore spagnolo del Monza Pablo Marì. L’aggressore è stato poi bloccato da alcuni clienti e consegnato ai carabinieri di Corsico che erano subito intervenuti. Al momento, fanno sapere gli inquirenti, si esclude una matrice fondamentalista e la posizione del 46enne, verosimilmente affetto da disturbi psichici, è al vaglio dell’autorità giudiziaria. Pablo Marì è stato ricoverato al “Niguarda” di Milano dove è arrivato in elisoccorso e ricoverato in codice rosso. A fargli visita l’ad del Monza Adriano Galliani e il tecnico Raffaele Palladino. “Il giocatore ha avuto una ferita abbastanza profonda sulla schiena, penetrante, ma non ha toccato organi vitali: non è in pericolo di vita” la dichiarazione di Adriano Galliani, ai microfoni di “Tg2 Post”, che rassicura tutti sulle condizioni del difensore. “Mi dicono che dovrebbe riprendersi abbastanza rapidamente – ha aggiunto l’ad dei brianzoli – Ha dei muscoli lesionati, delle lesioni ma è cosciente e gli stanno dando dei punti”. “E’ veramente inconcepibile, io sono affranto per questo accoltellamento di persone innocenti – afferma all’Italpress Graziano Musella, presidente del consiglio comunale di Assago – Ci troviamo di fronte a un’escalation di violenza sulla quale bisognerà ragionare. Serve anche una riflessione sulla sicurezza”. “Una serata amara quella di oggi per la Lombardia per quanto accaduto al Centro Commerciale Milanofiori di Assago – afferma il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana – L’abbraccio forte di tutti lombardi giunga alla famiglia del dipendente del supermercato che purtroppo ha perso la vita in seguito alle ferite inflittegli durante l’agguato”. “Sto seguendo costantemente gli aggiornamenti sulle condizioni degli altri feriti – prosegue Fontana – che fortunatamente non sembrano in pericolo di vita. Mi auguro che gli inquirenti facciano rapidamente luce su quanto accaduto. Ringrazio tutti coloro, dipendenti, clienti, Forze dell’ordine e sanitari che sono intervenuti per bloccare l’aggressore”. Christophe Rabatel, CEO Carrefour Italia, sottolinea che “siamo profondamente addolorati nell’apprendere del decesso di un nostro dipendente in seguito all’aggressione verificatasi oggi nell’Ipermercato Carrefour di Assago. Ci stringiamo attorno alla sua famiglia, con cui siamo in contatto per esprimere il nostro cordoglio. Siamo vicini alle famiglie delle altre vittime coinvolte. Da parte nostra siamo a completa disposizione delle autorità competenti e faremo tutto quanto sia nelle nostre facoltà per permettere loro di svolgere il loro lavoro e ricostruire la dinamica dell’accaduto. Episodi del genere non dovrebbero mai verificarsi in assoluto, soprattutto durante lo svolgimento del proprio lavoro”. Il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ha espresso “vicinanza ai parenti della persona colpita e alle persone ferite che stanno soffrendo”. Bisogna fare in modo, ha sottolineato ai microfoni di “Dritto e rovescio”, su Rete 4, che episodi del genere siano “ridotti al minimo” con “una prevenzione che deve diventare ogni giorno più forte”.

Comments


bottom of page