top of page
  • redazione

A Busto Arsizio il Preolimpico di Boxe, in palio 49 pass




BUSTO ARSIZIO (ITALPRESS) – Un torneo internazionale, un appuntamento atteso da tutto il mondo della boxe. E’ stato presentato oggi nel palazzo comunale di Busto Arsizio il Boxing Road To Paris, torneo mondiale di qualificazione olimpica di pugilato che si svolgerà dal 3 all’11 marzo. “Questo è un torneo eccezionale – ha dichiarato il presidente della Fpi Flavio D’Ambrosi a margine della presentazione -, con tantissima partecipazione. Il primo traguardo era dimostrare quale impatto potesse avere un torneo simile sul territorio. Devo ringraziare il Coni, il dipartimento dello Sport nella persona del ministro Abodi, la città di Busto Arsizio e la Regione Lombardia, ci hanno dato una grossa mano insieme al nostro sponsor Allianz. Da questo torneo mi aspetto che arrivino altri pass oltre ai 4 già conquistati lo scorso anno in Polonia, poi sì, mi aspetto che arrivi qualcosa di molto importante da Parigi 2024”. Tra i tanti presenti anche il presidente del Coni Lombardia, Marco Riva, il Sottosegretario con delega Sport e Giovani Lara Magoni e il sindaco della città Emanuele Antonelli. “Sarà il primo torneo di questa portata in Italia, ci saranno la bellezza di oltre 100 nazioni presenti, per noi è un orgoglio. Quando leggo che strada per Parigi passa da Busto mi emoziono sempre. Stiamo cercando di dare il massimo, ma devo ringraziare tutti quelli che mettono a disposizione la propria competenza”, le parole di Riva. Sarà un appuntamento molto atteso in cui verranno assegnati 49 pass olimpici – 21 alle donne e 28 agli uomini -, ma in cui la scuola sarà al centro dell’evento, gli studenti potranno, grazie alla Boxing experience, partecipare gratuitamente per vivere l’emozione dell’evento dal vivo. Presente anche l’ex pugile Patrizio Oliva: “Oggi festeggiamo una cosa importante, l’Italia rappresenta il centro del pugilato mondiale, non solo per questo torneo, ma anche perchè in questo momento ad Assisi si sta svolgendo un training camp con più di 20 nazioni coinvolte. L’assegnazione di questo torneo da Cio e Coni vuol dire che c’è una grande stima nei confronti della federazione che negli ultimi anni sta lavorando davvero bene”. Sulle possibilità di medaglie a Parigi, Oliva è pià che ottimista: “Abbiamo dei candidati alla medaglia d’oro parlo di Abbes e di Irma testa, sono i migliori al mondo nella loro categoria, sono candidati al titolo”.

コメント


bottom of page