top of page
  • redazione

Schlein “Il premierato scardina i poteri dello Stato”




ROMA (ITALPRESS) – “Per coprire la manovra economica che indebolisce il Paese, il governo Meloni lancia un fumogeno, un’arma di distrazione di massa: la riforma costituzionale”. Lo ha detto la segretaria del Pd, Elly Schlein, nel suo intervento conclusivo alla manifestazione nazionale del partito, in piazza del Popolo, a Roma. “Il premierato non esiste in nessun altro Paese, scardina l’equilibrio tra i poteri dello Stato – ha sottolineato Schlein -. Domani con questa riforma sarebbe una persona a decidere del voto del Parlamento, cambia tutto, smantella la repubblica parlamentare e toglie prerogative al presidente della Repubblica. Giù le mani dalle prerogative del Presidente della Repubblica”. “E’ evidente la deriva plebiscitaria. Giorgia Meloni non vuole governare ma comandare, è una cosa diversa. la destra ha sempre sognato di smantellare la Repubblica parlamentare verso il modello del capo solo al comando, ma la storia di questo Paese ha già dato e non è andata bene”, ha aggiunto. “In Italia serve il salario minimo legale. Il governo non può continuare a rinviare e deve dare una risposta sul lavoro povero”, ha sottolineato la leader del Pd, che ha proseguito: “Siamo qua per dire basta a questo governo, possono travestirsi come vogliono ma la destra è sempre la stessa”. Riguardo all’immigrazione, forti critiche all’intesa con l’Albania: “Gli accordi internazionali devono passare dal Parlamento, e noi non abbiamo visto nulla, forse perchè questa intesa con l’Albania è in contrasto con il diritto internazionale e la Costituzione”, ha detto Schlein.



Commenti


bottom of page