top of page
  • redazione

Premio Stromboli, riconoscimento speciale per Luca Noris



STROMBOLI (MESSINA) (ITALPRESS) – Cinema, arte, creatività in uno scenario unico e magico, come quello di Stromboli. Anche quest’anno l’isola ha celebrato i protagonisti del mondo culturale che mai come nel recente passato ha rappresentato una delle più importanti realtà di rilancio, di speranza, di ambizioni, di sogni in un periodo particolarmente difficile. Sette le categorie protagoniste del Premio Stromboli 2022: Cinema/Fiction/Televisione, Fotografia, NFT, Social Media, Industria Musicale, Graphic Novel, Contemporary Art. Il comitato scientifico, presieduto dal fondatore della rassegna Vito Russo, si è così espresso: Il premio cinema/fiction/Tv è stato assegnato alla fiction Mediaset “L’Ora, Inchiostro Contro Piombo”, che racconta la denuncia di numerosi episodi di cronaca e le inchieste dei giornalisti della celebre testata palermitana. Il premio alla fotografia artistica è stato assegnato a Marco Glaviano. La categoria graphic novel è andata a Tito Faraci, tra i più grandi sceneggiatori italiani di fumetti di tutti i tempi, autore di storie per Tex, Dylan Dog, Topolino, Diabolik e curatore della collana Feltrinelli Comics; Valentina Guarneri, visual artist di grandissima personalità nel panorama contemporaneo, ha ricevuto il premio della categoria visual arts, NFT e contemporary arts; sempre nell’ambito del digitale ma per la categoria gaming e metaverse sono stati premiati Stefano Rosso e Furio Giraldi, ideatori di D-Cave; il premio social media è andato a Mattia Cozzetto e Matteo Zoccoletti per l’agenzia Dominanza Digitale. Patrick Moxey, fondatore di Ultra, società americana tra le più significative dell’industria musicale, ha ricevuto il premio per la categoria music industry. Non sono mancati i riconoscimenti speciali, come quelli a Boss Doms, dj e producer tra i più affermati del panorama italiano, e Fabio Waik, protagonisti di una installazione, “Balla”, che ricorda la storia di un giovane profugo della repubblica del Mali. Riconoscimento speciale anche per il regista e autore Luca Noris e per il suo “Isolati a Stromboli”. Documentario pluripremiato a livello internazionale (prodotto da Christian Traviglia e realizzato con la collaborazione di Sandro Russello, Andrea Monachello e Alessandro Mascheroni) che racconta la magia dell’isola in inverno. Un racconto fatto da una prospettiva assolutamente unica e originale, quella del vulcano che prende vita attraverso la voce narrante dell’attore e cantastorie siciliano Salvo Piparo. Immagini, colori, voci, silenzi, rumori, conquistano immediatamente l’attenzione per trattenerla fino all’ultimo fotogramma.

Comments


bottom of page