top of page
  • redazione

Piazza Affari chiude invariata, attesa per banche centrali sui tassi




MILANO (ITALPRESS) – Chiusura invariata a Piazza Affari al termine di una seduta che si era aperta con il segno più. L’indice Ftse Mib resta fermo a quota 33.940 punti, mentre l’Ftse Italia All Share è praticamente piatto con un +0,02% a quota 36.096 punti. Stesso andamento anche per l’Ftse Star, che avanza appena dello 0,02% a quota 46.546 punti. Sui mercati gli investitori sono rimasti alla finestra in attesa delle nuove indicazioni sulla politica monetaria, che arriveranno mercoledì con la decisione della Fed, mentre domani e giovedì sono attese quelle di Bank of Japan e Bank of England. A Milano, che sfiora nel finale la soglia dei 34.000 punti, superata durante la giornata, in evidenza soprattutto il comparto legato alle banche e all’automotive. Proseguono invece le vendite su Nexi, Brunello Cucinelli e Iveco. Per quanto riguarda le materie prime, in rialzo il prezzo del petrolio, con il Brent che viene scambiato a quota 85,3 dollari al barile, mentre il Wti si porta a 81,6 dollari. In progresso di quasi 6 punti il prezzo del gas naturale, che sul mercato di Amsterdam scambia a 28,6 euro al MWh. Lo spread fra Btp e Bund tedeschi chiude a quota 124 punti, con il rendimento del decennale al 3,67%, sempre ai minimi da due anni. Tra i titoli del listino milanese, fra i maggiori rialzi Leonardo che guadagna 2,2 punti, ma in rialzo anche Bper Banca, Banca Popolare di Sondrio e Diasorin. Per quanto riguarda invece i segni meno, fra i maggiori ribassi Nexi che cede 3,3 punti, ma in calo anche Iveco Group, Brunello Cucinelli e Amlifon. Le altre principali Borse europee archiviano gli scambi con segni misti ma prudenti, dopo l’avvio in altalenta a Wall Street con il Nasdaq efervescente. Tra le piazze finanziarie, Parigi segna un -0,20%, Francoforte guadagna appena lo 0,06%, mentre Londra cede lo 0,05%.

Comments


bottom of page