top of page
  • redazione

Mondiale Superbike al via, Bautista vince gara 1 a Phillip Island



PHILLIP ISLAND (AUSTRALIA) (ITALPRESS) – Subito Alvaro Bautista. Il campione del mondo in carica, in sella alla sua Ducati del team Aruba.it Racing, apre il Mondiale di Superbike vincendo la gara di apertura sul circuito di Phillip Island. Un successo che arriva al termine di un Gp spettacolare, contraddistinto da un grandissimo sorpasso su Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Si corre sul bagnato, Bautista scatta dalla seconda casella, poi va al comando ma viene superato da Rea. I due allungano sugli inseguitori. Rea nella prima metà di gara arriva ad avere oltre un secondo di margine ma Bautista non perde mai contatto e inizia ad avvicinarsi. Al decimo giro lo spagnolo attacca alla curva Stoner, va in testa e ci resta fino alla fine, nonostante un grosso rischio un paio di giri dopo in curva 8 che permette momentaneamente al nordirlandese di tornargli vicino. Lo spagnolo però vince con quasi tre secondi e mezzo di vantaggio. Gara solitaria in terza posizione per il poleman Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) che arriva a sei secondi da Bautista e con dieci di margine sul compagno di box Andrea Locatelli. Per la Spagna questa è la vittoria numero 70 nel WorldSBK mentre per Bautista si tratta del 59° podio nel Mondiale.

Axel Bassani (Motocorsa Racing) parte 14° e arriva quinto alle spalle di Locatelli. Il veneto precede Iker Lecuona (Team HRC) – scattato 11° – e Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) che taglia il traguardo davanti al compagno di box dello spagnolo, ovvero Xavi Vierge. Il ternano viene però retrocesso di una posizione dopo la bandiera a scacchi da parte dei FIM WorldSBK Stewards per un contatto avvenuto all’ultimo giro proprio con lo stesso Vierge che termina quindi in settima posizione. Nono posto per la BMW ufficiale di Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) che si mette alle spalle Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW), alla sua prima gara con BMW e dopo essere scattato dalle retrovie. Philipp Oettl (Team GoEleven) termina 11° davanti all’idolo di casa Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team), all’esordio nel WorldSBK. L’australiano precede il compagno di squadra Dominique Aegerter, anche lui al debutto e scattato dalla prima fila. Quattordicesimo posto per Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati); Hafizh Syahrin (PETRONAS MIE Racing HONDA Team) chiude la zona punti. Eric Granado (PETRONAS MIE Racing HONDA Team) è 16° e precede il rookie Lorenzo Baldassarri (GMT94 Yamaha), seguito da Loris Baz (Bonovo Action BMW) che nel corso della gara in sella alla sua M 1000 RR è rientrato ai box per poi tornare in pista. Michael van der Mark (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) è caduto per via di un highside al secondo giro in curva 8, mentre Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è finito a terra al 15° giro in curva 2. Lowes dopo alcuni accertamenti al centro medico è stato dichiarato idoneo. Problema tecnico per Tom Sykes (Kawasaki Puccetti Racing), rientrato ai box al quinto giro. Ritiro anche per Oliver Konig (Orelac Racing MOVISIO).

bottom of page