top of page
  • redazione

Makari 3, Gioè “La nostra Sicilia contemporanea e lontana da stereotipi”




ROMA (ITALPRESS) – “La Sicilia che raccontiamo è contemporanea e lontana da certi stereotipi”: ad affermarlo è Claudio Gioè, protagonista di “Màkari”, che arriva su Rai1 domenica 18 febbraio (in prima serata) con la terza stagione. Nelle quattro nuove puntate della serie, tratte dai romanzi di Gaetano Savatteri, Gioè interpreta ancora Saverio Lamanna, giornalista squattrinato e investigatore dilettante, fidanzato con la bella Suleima (Ester Pantano) e amico fraterno dello strampalato Peppe Piccionello (Domenico Centamore). “Stavolta Lamanna avrà qualche gatta da pelare” anticipa Gioè, sottolineando «la leggerezza di questa serie che non è semplicità. Va conquistata, è faticosa, bisogna lavorarci anche perchè far ridere è più difficile che far piangere”. Sulla leggerezza interviene il produttore Carlo Degli Esposti: “L’idea di questa serie è nata nel periodo del Covid pensando che, che nella pesantezza del clima di quei momenti in cui abbiamo messo in discussione per la prima volta dal dopoguerra delle certezze che consideravamo acquisite come la mobilità e la salute, ci volesse un racconto leggero, pur senza rinunciare ai capisaldi etici che distinguono la nostra produzione”. Per questo “abbiamo preso i romanzi di Savatteri e li abbiamo adattati pensando di fare il poliziesco più leggero e semplice possibile”. La direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati aggiunge: “Màkari è il luogo dell’anima, del sogno ma anche della realtà perchè esiste davvero. Quella che racconta è una storia tradizionale ma nuova perchè i protagonisti sono due investigatori pasticcioni ma acuti e intelligenti che arrivano sempre alla verità. Perciò abbiamo l’intrigo, l’intelligenza e, soprattutto, la leggerezza che passa per la Sicilia. E’ una favola siciliana”. Nella nuova stagione accanto alle indagini e alla bellezza dei paesaggi entra anche la gelosia: “Saverio è più grande, ha più esperienza ma anche tante ex, alcune delle quali arrivano all’improvviso” anticipa Ester Pantano per la quale “chi guarda questa serie può piacevolmente perdersi in un luogo, Màkari, che esiste”. Inoltre, “noi raccontiamo la Sicilia come un modo di essere italiani che ha la sua peculiarità come in tutte le altre regioni”. Gioè riprende: “Interpretare un personaggio come Saverio Lamanna è un privilegio perchè ha tanti punti in comune con me: è palermitano, è della mia stessa generazione, ha gli stessi riferimenti culturali e storici e anche io, come lui, dopo tanti anni passati a Roma ho deciso di tornare a vivere a Palermo. Insomma, a Saverio voglio bene”. “Màkari 3” è prodotta da Palomar in collaborazione con Rai Fiction. Nel cast, per la regia di Monica Vullo e Riccardo Mosca, ci sono anche Antonella Attili, Serena Iansiti ed Eugenio Franceschini.

Commentaires


bottom of page