top of page
  • redazione

Editoria, Riffeser Monti “Per Monrif risultati soddisfacenti”



Monrif chiude il primo semestre con ricavi consolidati a 74,8 milioni, rispetto ai 69,4 milioni dell’analogo periodo del 2021 con un incremento del 7,9%. Il fatturato pubblicitario è in crescita del 4,5%. I costi operativi sono in crescita del 12,2% per effetto dell’incremento delle materie prime, delle energie e della ripresa delle attività alberghiere. Il costo del lavoro è in riduzione dell’1,2%. Il margine operativo lordo consolidato è pari a 4,7 milioni, rispetto a 3,7 milioni registrati al 30 giugno 2021, con un incremento di oltre il 25% rispetto l’analogo periodo dell’esercizio precedente. L’indebitamento finanziario netto consolidato si attesta a 61,6 milioni rispetto ai 55,2 milioni registrati al 31 dicembre 2021. Il presidente Andrea Riffeser Monti, considera “soddisfacenti i risultati di questi primi sei mesi, pur in un contesto nazionale e internazionale, economico e politico, destabilizzante e volatile. Gli investimenti nella transizione digitale hanno raggiunto gli obiettivi di periodo prefissati, sia in termini di apprezzamento da parte degli utenti e degli investitori, sia in termini di visibilità, come evidenziato dai dati Audiweb appena pubblicati, riferiti al mese di maggio, che certificano il network Quotidiano Nazionale al quarto posto tra i siti di informazione per utenti unici mensili e per pagine viste. E’ per me importante – sottolinea – ringraziare tutte le persone che lavorano in Monrif, dagli impiegati ai giornalisti, dai tipografi ai collaboratori che, grazie al loro impegno e alla loro disponibilità, hanno contribuito a ottenere questi risultati. Ringrazio, inoltre, Agnese Pini per avere accettato la sfida di guidare tutte le testate del nostro Gruppo. La nomina di una direttrice unica per QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno permette di creare sinergie sempre più produttive tra la carta stampata e Internet, migliorando l’offerta informativa sia qualitativa sia quantitativa. La scelta è stata accolta più che positivamente dai lettori, dal mercato e da tutti i nostri stakeholder e rappresenta un ulteriore tassello nella costruzione del futuro di Monrif. Stiamo seguendo con attenzione l’andamento del titolo al fine di segnalare eventuali anomalie ai nostri avvocati perché possano, in caso, valutare la sussistenza dei presupposti per potenziali esposti alle autorità competenti”, conclude.

bottom of page