top of page
  • redazione

Donazione degli organi, Geraci Siculo il comune più generoso d’Italia



PALERMO (ITALPRESS) – Geraci Siculo, in provincia di Palermo, è ancora una volta il comune più generoso d’Italia in tema di donazione di organi. Lo certifica l’ultima edizione dell’Indice del Dono, il rapporto realizzato dal Centro nazionale trapianti che analizza i numeri delle dichiarazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti registrate nel 2022 all’atto dell’emissione della carta d’identità elettronica nelle anagrafi dei 7.028 Comuni italiani in cui il servizio è attivo. L’Indice è stato pubblicato in vista della 26ma Giornata nazionale della donazione degli organi che si celebra domenica prossima 16 aprile: i valori sono espressi in centesimi e tengono conto di alcuni indicatori come la percentuale dei consensi, quella delle astensioni e il numero dei documenti emessi. Geraci Siculo ha confermato il primato raggiunto nel 2021 con un indice del dono di 94,58/100, un tasso di consensi del 96,8% e un’astensione al 6,9%: in totale, su 102 CIE emesse, sono stati registrati 92 sì alla donazione, 3 no e 7 astenuti. Si tratta in assoluto del miglior risultato tra tutti i comuni italiani, frutto di una sensibilità scaturita da una vicenda avvenuta nel 2021, alla morte di una bambina geracese di 11 anni, Marta Minutella, i cui genitori avevano voluto simbolicamente firmare il consenso alla donazione degli organi anche se poi il prelievo non era stato possibile per ragioni cliniche. La commozione generata da questa tragedia ha radicato in paese una profonda cultura della donazione. Ma gli ottimi risultati tra i comuni siciliani non si limitano solo a quello di Geraci. Nella stessa classifica dei piccoli comuni c’è al sesto posto nazionale Marianopoli (CL), con un indice del dono di 87,18/100 e il 100% dei consensi, così come tra i comuni medio-piccoli (5-30mila abitanti) al quarto posto c’è Corleone (PA) con un indice del dono di 82,05/100: anche qui, al netto del 42,9% di astenuti, nessuno ha registrato un no alla donazione nel 2022. Nella stessa classifica nazionale al decimo posto c’è anche Ribera (AG), mentre sempre al decimo posto, ma tra i comuni medio-grandi (30-100mila abitanti) c’è Monreale (PA). “Geraci Siculo deve essere il lievito che faccia maturre tra i nostri concittadini, che dire Si alla donazione diventi un gesto naturale, un Si alla Vita, che sconfigge la morte – sottolinea Giorgio Battaglia, coordinatore del Centro Regionale Trapianti (nella foto) -. Il dato emerso dall’ultima edizione del rapporto de “L’indice del Dono” mi riempie di orgoglio come siciliano e come Coordinatore del Centro Regionale Trapianti. Il comune virtuoso di Geraci Siculo rappresenta e simboleggia l’anima bella della nostra isola e sono certo che farà da apripista di una nuova geografia che stiamo ridisegnando in Sicilia in tema di donazione e trapianti. Il mio pensiero va a questi giorni della Pasqua appena trascorsi e vorrei usare questa cifra spirituale per dire che a volte la vita può procedere dalla morte e fare risorgere la speranza in chi attende il gesto generoso di un fratello”.



Comments


bottom of page