top of page
  • redazione

“Come due aquiloni”, l’esordio da scrittore di Beppe Braida



Beppe Braida abbandona i panni dell’attore comico per debuttare come scrittore con l’uscita del suo primo romanzo “Come due aquiloni”, edito da Augh! Edizioni. “L’ispirazione mi è venuta dalla mancanza di coraggio di alcune persone di vivere l’amore. Siamo sicuri che la persona che abbiamo sposato sia realmente la nostra anima gemella? E se dovessimo incontrarla quando crediamo di aver costruito le fondamenta della nostra stabilità affettiva?”, spiega. “A 20 anni – prosegue Braida – non avrei mai potuto scrivere una cosa del genere, non avevo né l’esperienza e neanche la maturità necessaria per parlare d’amore come ora. Ho sempre tenuto nascosta la mia parte romantica per un motivo: in questa società votata all’apparenza, sovente il romanticismo è vissuto come una debolezza. Vince l’arroganza rispetto alla sensibilità”. Un romanzo d’amore, nel quale il dolore il tradimento e la rinascita sono visti dal punto di vista maschile, ma in cui molte donne possono ritrovarsi e riconoscersi. La famiglia è uno dei temi che torna spesso nel libro e proprio per lei Braida aveva lasciando l’Isola dei famosi: “Provengo da una famiglia umile. Pochi soldi e tanti valori. Il rispetto nei confronti di chi, con mille sacrifici, mi ha fatto crescere per me è fondamentale. L’isola è stata una esperienza che personalmente mi è spiaciuto molto interrompere, ma di fronte a un problema di salute di mio padre, non ho esitato un minuto”. Infine, tra i progetti a breve termine “il mio nuovo spettacolo ‘Piano B’ scritto insieme a Raffaele Skizzo Bruscella e ritorno in tv”.

Comments


bottom of page