top of page
  • redazione

Al cinema un luglio da record, per “Barbie” il maggior incasso



ROMA (ITALPRESS) – Il mese di luglio ha fatto registrare nei cinema italiani un risultato record, con oltre 5,5 milioni di spettatori: si tratta del secondo miglior risultato in assoluto dal 1995, anno di inizio delle rilevazioni Cinetel, dopo i 5,8 milioni del luglio 2011. Il miglioramento è addirittura a tre cifre sul 2022 (+127,5%), mentre sulla media del triennio pre-pandemia (2017-2019) è +66,9%. Il maggior incasso del mese, anche oltre le previsioni, è quello di Barbie (distribuito da Warner Bros.), che nel mese di luglio ha conseguito oltre 2,5 milioni di presenze, seguito da Indiana Jones e il quadrante del destino (Disney, 625mila spettatori) e Mission: Impossible – Dead reckoning Parte 1 (Paramount/Eagle Pictures, 538mila spettatori). Bene anche l’animazione Elemental (Disney), con 435mila spettatori. Barbie ha avuto un’incidenza del 48% sul box office mensile, rispetto al 56% di Thor: Love and Thunder nel luglio 2022. “Se Barbie ha fatto la differenza nei cinema di tutto il mondo con un successo travolgente”, sottolinea Mario Lorini, Presidente dell’ANEC, “i dati dell’Italia dimostrano che il mercato è vivace, confermando la ripresa in atto sin dalla scorsa primavera, con un deciso recupero anche sugli anni precedenti al 2020. A conferma di ciò anche l’analisi della performance di Barbie in Italia in relazione ai risultati dei principali mercati europei, inferiori ai nostri o di poco superiori”. “La rinnovata e convinta attenzione del pubblico”, prosegue Lorini, “è anche merito della campagna Cinema Revolution, che dopo una prima edizione 2023 della promozione Cinema in Festa a metà giugno, con oltre 1,2 milioni di spettatori, ne prevede una seconda a metà settembre, subito dopo la conclusione della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Inoltre, fino ad allora proseguirà la promozione del cinema italiano ed europeo che, a fronte di un prezzo al pubblico di € 3,50, prevede un rimborso alle sale cinematografiche da parte del Ministero della Cultura”. “Il mese di agosto”, conclude Lorini, “prevedibilmente confermerà i buoni risultati in essere, grazie all’uscita non solo di Oppenheimer di Christopher Nolan (Universal) il 23/8, ma anche di produzioni italiane di generi e autori diversi, incluso il ritorno della commedia”.

Comments


bottom of page