top of page
  • redazione

A maggio 478mila posti di lavoro in più sul 2022



ROMA (ITALPRESS) – Nel corso dei primi cinque mesi del 2023, secondo i dati Inps, le assunzioni attivate dai datori di lavoro privati sono state 3.408.000, nel complesso quasi allineate allo stesso periodo del 2022 (-0,6%). Le trasformazioni da tempo determinato fino a maggio sono risultate 340.000, ancora in aumento rispetto allo stesso periodo del 2022 (+10%). Le cessazioni nei primi quattro mesi del 2023 sono state 2.598.000, in lieve diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-3%). Concorrono a questo risultato i contratti a tempo indeterminato (-9%), i contratti in apprendistato (-6%), i contratti in somministrazione (-8%). In aumentano risultano le cessazioni di contratti a tempo determinato (+1%), contratti stagionali (+3%) e di lavoro intermittente (+5%). A maggio si registra un saldo annualizzato positivo pari a 478.000 posizioni di lavoro. Per il tempo indeterminato la variazione risulta pari a +385.000 unità mentre per l’insieme delle altre tipologie contrattuali la variazione è pari a +93.000 unità. Nel corso dei primi cinque mesi del 2023, rispetto al corrispondente periodo del 2022, sono aumentate le assunzioni in somministrazione a tempo indeterminato +7%, in flessione quelle a termine -10%. La consistenza dei lavoratori impiegati con contratti di prestazione occasionale a maggio si attesta intorno alle 17.000 unità, in aumento del 9% rispetto allo stesso mese del 2022.

댓글


bottom of page